5 passi per organizzare un ufficio in casa

Allestire un ufficio in casa ormai è una prassi molto comune fra coloro che hanno professioni creative e autonome che non hanno necessariamente bisogno di spazi particolarmente grandi o di accogliere i clienti su base giornaliera. Tuttavia un ufficio in casa non si può equiparare ad un angolo studio come quello che abbiamo presentato tempo fa, magari adibito solo allo svolgimento di qualche operazione sul PC e mettere a posto i conti domestici.

1. Definire gli spazi dell’ufficio in casa

A seconda del lavoro che ti trovi a svolgere da casa bisognerà innanzitutto definire la quantità di spazio che dovrai destinare ai documenti e all’attrezzatura tecnica di cui eventualmente avrai bisogno per il tuo lavoro. Computer, stampanti, scanner, plotter … molto dipende dal tipo di lavoro che svolgerai da casa. Che si tratti di stesura di testi, analitica, design, consulenze o marketing, il tuo ufficio in casa dovrà essere collocato in una zona tranquilla, lontana dalle fonti di distrazione e dalle faccende domestiche.

Nonostante suoni strano, trovarti in un luogo dedicato al lavoro ti farà ottimizzare i tempi e ti permetterà di dedicarti serenamente alla famiglia, alla casa o al tempo libero senza farti coinvolgere in mille faccende contemporaneamente. La lavastoviglie da caricare, i panni da stendere, il pasto da preparare sono tutte cose che ti distraggono inutilmente, nonostante l’illusione di poter sbrigare qualche faccenda senza perdere tempo. Per non distrarti inutilmente sarà molto meglio programmare con cura questi momenti, in modo da sfruttarli per muoverti un po’ o per svagarti.

2. Prese di posizione

Per evitare di avere cavi e cablaggi dietro a circondare la stanza, è consigliabile studiare la disposizione delle prese della corrente e del modem in relazione all’arredamento, facendo comunque attenzione a dedicare alla postazione di lavoro la migliore luce naturale.

3. Tutto in ordine

Seppure gli archivi in Cloud abbiano diminuito notevolmente la necessità di copie cartacee e bozze varie, molto probabilmente avrai ancora bisogno di tenere un archivio dei documenti e dati personali dei clienti privati, la nuova normativa GDPR infatti pone delle regole severe da seguire e sarà opportuno che tu le applichi fin dal principio. Dovrai quindi prevedere degli scaffali sufficientemente capienti per non trovarti con gli schedari accatastati dietro la porta.
Inoltre capita spesso di acquistare nei negozi online specializzati quantitativi maggiori di materiale di cancelleria come carta, penne, post-it e toner, per approfittare di offerte speciali che ti permettono di risparmiare notevolmente sulle spese di gestione come su Tonerpartner.it dove si possono acquistare cartucce di qualità per la tua stampante.
Per questo avrai sicuramente bisogno di spazio in più per tenere in ordine il tuo ufficio in casa e di muoverti liberamente, senza inutili perdite di tempo.

4. Mobili ergonomici

Per evitare fastidiosi mal di schiena e dolori alle articolazioni sarà opportuno scegliere dei mobili ad altezze regolabili, in modo da poter mantenere una postura corretta in tutte le fasi di lavoro. Fai attenzione a preferire una sedia che ti segua nei movimenti, magari alternandola durante la giornata ad una palla da ginnastica che manterrà attivati i muscoli delle gambe e del bacino.

5. Decorare e personalizzare

E ora passiamo alla fase più divertente! Sì, perché la cosa più bella dell’ufficio in casa è quella di poter scegliere in libertà  come decorarlo. Oggetti che ti ispirano nella creatività, danno grinta, fanno dare il meglio di te – che si tratti di copertine di design, poster delle mostre più belle che hai visitato, oggetti vintage, piante o sculture, la scelta sarà solo tua. Il tuo spazio parlerà di te, delle tue ambizioni e dei tuoi orizzonti – sfruttalo per creare un ambiente stimolante!

Two Tops Secretary, Moooi.com

Testo: JS

Foto: archivio Casaetrend.it