Arredamento indrustriale vintage dall'Oriente: Truck

Mobili senza tempo: come se non fossero nuovi!

Ci sono cose o persone che non si fanno notare, non sono nè affascinanti nè interessanti. Semplicemente si trovano al nostro fianco, come se fossero fuori dal tempo e dallo spazio, ma quando non ci sono più, ci mancano. Eccome. Ci accorgiamo solo dopo della loro bellezza e della loro forza. I mobili Truck fanno parte di questa storia. Come se provenissero da un qualunque ufficio moscovita, un laboratorio sartoriale di Barcellona o dall'appartamento di un custode di Milano. Come se fossero stato prodotti negli anni '30 o '40 dello scorso secolo per poi invecchiare lentamente. Pezzi che di per sè non hanno niente di speciale e sono riusciti a schivare chissà quanti trasporti in discarica. Sedie che non si sciupano. Armadi muti, letti composti, tavoli su di cui potete smontare il ferro da stiro per ripararlo.

Provate a indovinare da dove arrivano questi mobili?

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Truck è stata fondata da Tokuhiko Kise e Hiromi Karatsu a Osaka nel 1997. Danno forma a mobili che loro stessi desidererebbero avere, senza badare alle mode. Conoscono bene le proprietà dei materiali naturali, del legno, del metallo, del vetro e del cuoio, e li sfruttano per farne i propri mobili che durano a lungo nel tempo – beh, a dire la verità solo dal 97. Ma dovrete ammettere che sembrano usciti dal periodo anteguerra, vero? 😉 

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Il vintage dall'Oriente: Truck Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Il vintage dall'Oriente: Truck

 

Ah sì, un ulteriore particolare: ogni prototipo viene provato nelle case dei designer. Onesto. Insomma, i mobili Truck sono fatti apposta per i tempi di crisi.

Foto: http://truck-furniture.co.jp/
 

Mirjam