Casa dolce casa: una polizza specifica a tutela delle mura domestiche

Cresce il numero degli italiani che mette al centro degli interessi la propria casa, riservando alle mura domestiche molte più attenzioni a partire dalla scelta di investire su un'assicurazione a tutela del focolare.

 

In base alle stime rese note dall'Ania, Associazione nazionale delle imprese assicurative, un italiano su due ha sottoscritto una polizza sulla casa, che risulta essere una protezione decisamente utile.

In fatto di percentuali Ania sottolinea che in Italia è il 45% delle abitazioni a risultare assicurato contro forme di imprevisti più generiche e in taluni casi anche a copertura di eventuali calamità naturali come inondazioni o terremoti.

In Italia non esiste alcun obbligo di sorta circa la sottoscrizione di una polizza sulla casa, mentre in altri paesi l'obbligatorietà è entrata in vigore da tempo, esempi concreti sono la Francia e la Spagna.

Analizzando le stime Istat, l'Ania aveva già riscontrato nel 2012 che nel caso in cui una famiglia volesse assicurare la propria casa potrebbe essere sufficiente un investimento minimo di 75 euro l'anno. La cifra corrisponde alla media italiana, con esborsi maggiori al centro che considerano un investimento di 91 euro, 67 per le case collocate al nord e 72 per gli immobili al sud.

 

assicurazione-casa

 

Ma che cosa è precisamente e come funziona l'assicurazione casa?

 

La polizza sulla casa garantisce una risposta specifica alle esigenze attinenti la proprietà o la gestione di un'unità abitativa.

 

L’assicurazione casa rientra fra i prodotti meglio conosciuti come 'multirischio' ovvero quelle realtà assicurative suddivise in sezioni, che è possibile acquistare singolarmente o in un blocco unico.

La scelta dell'acquisto, suddiviso o globale, dipende essenzialmente dalle esigenze del proprietario e dal desiderio di garantirsi la sicurezza in un ambito piuttosto che in un altro.

Entrando nel merito della suddivisione esistono sezioni principali, in pratica quelle più comuni e utilizzate, e sono la copertura per incendio, i danni da acqua condotta, il furto e per finire la responsabilità civile verso terzi.

 

Sezione incendio

 

I danni derivanti dallo scoppio di un incendio o di una conduttura di acqua sono fra i più frequenti e mettono davvero i brividi, pensando soprattutto alla mole di deterioramento alla quale può essere sottoposta la casa.

La prima sezione è dedicata proprio a incendio e danni da acqua condotta.

La sottoscrizione di una polizza che punta a queste due situazioni in realtà consente di coprire un'ampia varietà di rischi che derivano direttamente dallo sviluppo delle fiamme in un'abitazione o in seguito ad esplosione, scoppio, fumo e vapori provocati dal proprietario dell'abitazione o anche da terzi.

Rischi che possono colpire:

  • la proprietà stessa (incendio del fabbricato);
  • gli interni dell'abitazione e quindi arredi, suppellettili e in generale tutti gli oggetti di cui vanta la proprietà l'assicurato (incendio del contenuto);
  • il nucleo abitativo di cui risulta proprietario un soggetto diverso dall'assicurato (rischio locativo);
  • la responsabilità del cliente, nel caso in cui incendio o acqua creino danni anche a proprietà limitrofe appartenenti a terzi (ricorso di terzi);
  • danni conseguenti all'infiltrazione o allo spargimento di acqua condotta, in seguito a rotture fortuite causate da tubazioni ad uso e servizio del fabbricato;
  • spese dovute alla ricerca e riparazione dei guasti derivanti da infiltrazione e/o spargimento di acqua condotta.

assicurazione-casa

 

 

Sezione Furto

 

Grazie alla sezione furto si intende assicurare il contenuto dell'abitazione nel caso in cui malauguratamente fosse oggetto di furti o rapine.

Rientrano nella copertura furti o rapine che hanno avuto avvii esterni all'abitazione per poi coinvolgere anche gli spazi interni, con violenze e minacce perpetrate ai danni delle persone.

E' garantita una reale copertura anche nel caso in cui il ladro sia entrato in casa sottraendo le chiavi dolosamente ai proprietari.

 

Nel caso si voglia rendere la casa più sicura un proprietario accorto adotta accorgimenti specifici come la messa in opera di porte blindate, inferriate alle finestre, la presenza interna di casseforti dove riporre gli oggetti preziosi. Tutte queste opzioni rendono la casa più sicura e consentono di pagare un premio assicurativo ridotto.

Possono rientrare sotto la copertura assicurativa anche gli scippi e le rapine subite dai proprietari negli spazi esterni all'abitazione.

 

assicurazione-casa

 

Sezione Responsabilità Civile verso Terzi

 

In fatto di responsabilità civile verso terzi esistono di fatto due sottosezioni ben distinte:

  • la prima è quella relativa alla proprietà dell’abitazione (R.C. del fabbricato), incentrata sulla copertura dei danni a terzi le cui cause hanno origine diretta dall'unità abitative stessa. Esempi specifici sono la caduta di cornicioni, tegole, grondaie ecc. ecc.
  • la seconda è invece quella che viene sottoscritta a copertura della conduzione della casa (RC Famiglia) e garantisce coperture specifiche nel caso in cui si creino danni a terzi dovuti a negligenze dell’assicurato.

Rientrano in questa sottosezioni anche i danni che possono causare gli elettrodomestici, la presenza di animali domestici, gli infortuni che possono colpire ospiti occasionali della famiglia nel caso la responsabilità del danno gravi sul proprietario di casa o su uno dei famigliari, rivalse Inail laddove un collaboratore domestico subisca un infortunio.