Casette in legno: come scegliere quella giusta

Quando si possiede un giardino, qualunque sia la sua estensione, prima o dopo nella vita ci si trova di fronte alla necessità di una casetta in cui riporre le attrezzature da giardinaggio, gli attrezzi per la manutenzione dell’auto, gli arredi estivi e molte altre cose.

Nel corso dei mesi estivi i giardini delle abitazioni si riempono di oggetti e di attrezzi. Giochi per i bambini e piscinette gonfiabili, sedie e tavoli, divanetti e sdraio, lampade da esterni, rasaerba e via dicendo. Alla fine dell’estate poi ci si chiede dove riporre tutte queste cose che ci hanno allietato la stagione. Non solo nel corso della bella stagione, ma anche nei mesi invernali uno spazio esterno come ripostiglio può essere utile: riporre le gomme estive dell’auto e la legna per il camino sono necessità piuttosto comuni. Ecco dunque che si fa sentire l’esigenza di un piccolo ripostiglio da sfruttare al meglio tutto l’anno.

Le casette in legno sono una soluzione ideale per farlo. Innanzitutto sono personalizzabili in ogni particolare: dalla metratura alle finiture estetiche, dalle tonalità del legno alla presenza di portici e altri dettagli. In genere le casette di questo tipo possono essere montate in tempi brevi e in modo semplice.

In base allo spazio a disposizione nel giardino si può scegliere la metratura della casetta e allo stesso momento si potranno considerare le diverse opzioni possibili sull’installazione se posizionarla in un determinato punto a se stante o se addossarla ad una parete o ad un garage.

La grandezza della casetta deve essere ponderata in base alla quantità di oggetti che ci si vogliono riporre. Più voluminosi saranno gli attrezzi e gli arredi che dobbiamo inserirvi e maggiore sarà la dimensione del ripostiglio.

Al contrario di quel che si possa credere le casette in legno possono essere sia rustiche e tradizionali che moderne. Non mancano infatti soluzioni contemporanee dalle linee essenziali e dal design moderno, come i modelli fatti a cubo. Ogni casa infatti potrà avere la casetta da giardino più adeguata al proprio stile.

Qualora si decidesse di utilizzare la casetta in legno anche come legnaia per l’inverno è preferibile optare per modelli che offrano una buona ventilazione affinché la legna possa essiccarsi.

Una casetta in legno può essere con pareti chiuse nei modelli più semplici oppure con infissi completi che offrono luce e ventilazione in ogni stagione.

Esistono soluzioni differenti anche dal punto di vista della copertura, che può essere piatta come spiovente. La seconda soluzione è sicuramente sempre la più indicata per chi vive in zone montane, mentre la prima è da considerare nel caso di località di pianura o di mare.

Gli spazi interni della casetta devono essere poi predisposti in modo organizzato per accogliere tutte le tipologie di prodotti che si prevede di conservare al suo interno. L’organizzazione e l’ordine devono essere linee guida da considerare sempre, onde evitare di trovarsi sommersi dagli oggetti.

Può essere utile prevedere uno spazio a scaffali per le conserve o per i prodotti da giardinaggio. Per alcuni attrezzi si possono organizzare pareti in cui appenderli in modo ordinato.