Che cosa bisogna sapere prima di acquistare un condizionatore?

L’estate è finalmente arrivata e dopo i primi tempi in cui il caldo è ancora gradevole, giorno dopo giorno le pareti e i tetti delle nostre abitazioni incominciano a arroventarsi. Specialmente in città e nelle zone poco ventilate o con poco verde gli edifici stentano a raffrescarsi di notte e accumulano sempre più caldo. In condizioni di questo tipo la vita quotidiana diventa difficile da gestire, tanto di giorno quanto di notte. Per contrastare il caldo eccessivo sempre più persone decidono di installare uno o più condizionatori nelle proprie abitazioni. Ma a che cosa bisogna fare attenzione quando si sceglie il tipo di condizionatore e la ditta che lo installerà?

Da evitare – la fretta di sfuggire al caldo

Come per tutti i lavori in casa, sarebbe consigliabile agire con largo anticipo, in modo da poter valutare con attenzione il modello giusto di condizionatore e trovare una ditta referenziata. Agire nell’esasperazione per il caldo che non ti fa dormire la notte ti farà accettare qualsiasi compromesso, rischiando di ritrovarti con un apparecchio non adatto alla tua casa e montato in modo scorretto e non funzionale.

Prima di dedicarti alla marca, al prezzo e al design del condizionatore, sempre più in linea con le richieste del pubblico, sarà meglio capire quali sono le componenti più importanti a cui fare attenzione prima di acquistare un climatizzatore.

Climatizzatore Olimpia Splendid

Olimpia Splendid

Il filtraggio dell’aria

La qualità dell’aria che respiriamo sarà condizionata tanto dal compressore che la raffrescherà, quanto dalla qualità dei filtri installati all’interno del condizionatore. Oltre ai filtri standard, negli apparecchi vengono installati anche uno o più filtri di diverso tipo:

  • a carboni attivi, utili a rimuovere dall’aria i cattivi odori e i fumi;
  • elettrostatico, che accoppiato con il filtro a carboni attivi elimina le particelle di polvere;
  • ionizzatore, che assieme agli altri due filtri migliora notevolmente la qualità dell’aria.

Il filtro elettrostatico ha spesso bisogno di una costante manutenzione. I condizionatori infatti trattengono al loro interno diverse particelle di polvere (compresi i pollini) e l’umidità, due elementi che possono dare origine alla muffa, le cui spore, molto dannose per la salute, verrebbero in seguito diffuse nell’ambiente. Sarà utile perciò che ti informi minuziosamente sul lavoro che richiederà il tuo nuovo condizionatere e sui costi degli interventi, in modo da poter valutare la sua convenienza a lungo termine.

Tipi di condizionatori

La tipologia di condizionatori più diffusa è rappresentata dallo split, che è anche il più economico. È composto da un’unità interna e una da esterno, di solito visibile sulle facciate degli edifici.

Negli ultimi anni sono molto richiesti i condizionatori a inverter, versatili e silenziosi. Grazie al sistema di regolazione continuo della velocità riesce a mantenere una temperatura costante riducendo i consumi di energia.

Wind Free Samsung

Da qualche anno ha fatto ingresso sul mercato il sistema Wind Free che permette di mantenere una temperatura confortevole in ogni ambiente attraverso i suoi 21.000 microfori che diffondono un flusso d’aria omogeneo, evitando flussi diretti d’aria fredda.

Oltre ai tre tipi di condizionatori fissi abbiamo anche quelli portatili, da spostare secondo le esigenze, ma che come gli altri hanno comunque bisogno di uno scarico per l’aria calda verso l’esterno.

Con la domotica anche i condizionatori possono essere azionati a distanza, informati al momento dell’acquisto se sono disponibili condizionatori connessi a internet che possono essere azionati direttamente da smartphone. In questo modo potrai raffrescare le stanze prima di rincasare.

Costi post intallazione

Tutte le macchine riscaldanti o refrigeranti sono caratterizzate da un importante consumo energetico. Perciò sarà utile verificare i consumi dei condizionatori che hai preso in considerazione e calcolare i costi effettivi della corrente in base alla temperatura esterna prevista e alle condizioni della tua casa.

Inoltre, come abbiamo già ribadito, i filtri hanno bisogno di una costante manutenzione. Informati quali operazioni puoi (e devi) eseguire in autonomia, quanto frequentemente dovrai chiamare un tecnico e quanto costano questi interventi.

Fattori importanti prima di scegliere il condizionatore

Prima di richiedere preventivi per condizionatori e poter ottenere il risultato più conveniente, sarà utile rispondere alle seguenti domande:

  • Che tipo di ambiente andrà a climatizzare questo condizionatore? Si tratta di un ufficio, un appartamaneto o una casa?
  • Quanto è grande questo spazio, sia in termini di quadratura sia di cubatura?
  • L’ ambiente è stato coibentato? C’è un cappotto sulle pareti esterne, ci sono dei serramenti efficienti? Si tratta forse di una mansarda non coibentata? Considera che senza coibentazione il climatizzatore dovrà funzionare a pieno regime per compensare il calore irradiato da tutti questi punti critici.

  • Com’è la posizione dell’ambiente da climatizzare: è esposto al sole, c’è una tettoia o una tenda che ne protegge le finestrature?
  • Quanto sono grandi le finestre e le porte? C’è la possibilità di installare delle tende da sole?
  • Quante persone soggiorneranno abitualmente in questo ambiente?

Con tutti questi dati sarà più facile per un professionista proporti la soluzione giusta per le tue esigenze.