Come arredare un bagno e non lasciare nulla al caso

Oggi vogliamo offrirvi alcuni suggerimenti by Ceramic Store per arredare bene un bagno. Sono consigli che possono orientarvi nella scelta del giusto arredamento e degli elementi che non dovrebbero mancare in nessun bagno. Il bagno è infatti un ambiente di uso quotidiano, è esposto all’umidità e al bagnato e perciò dovrete porre un’attenzione particolare a numerosi fattori per renderlo confortevole e durevole nel tempo.

1. Sanitari

I sanitari chiaramente sono la parte essenziale di un bagno. WC, bidet, lavandino e doccia o vasca da bagno. Il primo aspetto che dovete tenere in considerazione è chiaramente il budget a disposizione, a seguire ci sono gli scarichi giù esistenti che vi costringono un po’ a rispettare la forma originaria del bagno (a meno che non abbiante in progetto di spostare gli impianti, che rappresenta un tipo di intervento importante) e infine il design che desiderate per il vostro bagno. Potete scegliere tra uno stile moderno o uno classico, tra I sanitari sospesi e quelli a pavimento. I sanitari sospesi sono stati molto quotati negli ultimi due decenni, tenete però conto che necessitano di un supporto valido a parete e non è sempre possibile realizzarlo. Non disperate però, anche i sanitari a pavimento negli ultimi anni sono stati soggetti a importanti modifiche di design e i sanitari filomuro oggi presentano meno difficoltà di pulizia rispetto al passato.

2. Mobili del bagno

Passiamo ai mobili del bagno. Almeno che non si tratti di un bagno grande quasi quanto una qualsiasi altra stanza della casa, è normale che al suo interno ci entrino pochi mobili. Di solito sono tre gli elementi principali da inserire che, nel caso di un bagno molto piccolo si riducono a 1 o 2. Il primo è il mobile sotto il lavandino, ideale per un bagno piccolo che deve sfruttare ogni spazio. Qui vengono tenuti spesso gli asciugamani di riserva, magari con un piccolo spazio riservato alla carta igienica e qualche altro accessorio.

Se il bagno è un po’ più grande il mobile può non essere sotto il lavandino ma sempre all’interno della stanza. Il secondo mobile è a colonna e contiene all’interno un po’ tutto ciò di cui avee bisogno in bagno. Di solito è proprio questo elemento a essere sacrificato nei bagni piccoli. Pratico per riporre l’asciuga capelli, la piastra, altri asciugamani etc. Infine c’è il mobile specchiera, che contiene piccoli oggetti per la cura personale e qualche medicina. C’è chi non lo mette per motivi estetici e preferisce uno specchio a parete.

3. Box doccia o vasca da bagno

Qualcuno preferisce la vasca da bagno, qualcun altro il box doccia. Chi ha un bagno molto grande o ne ha due, di solito non rinuncia ne all’una ne all’altra. Il box doccia è più conveniente quando si tratta di risparmiare spazio mentre la vasca da bagno offre ovviamente uno spazio relax ineguagliabile. Ne esistono di diversi tipi, materiali e forme, vi consiglio di approfondire in questo articolo sulla scelta del box doccia e fare attenzione alla qualità dei materiali.

4. Accessori da bagno

Ci sono accessori indispensabili. Il porta asciugamani per esempio, ma anche il porta carta igienica. Vanno inseriti nei classici posti, il più vicino possibile al sanitario giusto. Ne esistono di diversi tipi, da quelli a terra a quelli a parete, in plastica o in ferro battuto. Scegliete degli articoli di qualità, facendo attenzione agli ingombri e alla collocazione degli attacchi a parete – non sia mai che centriate qualche tubo o qualche canalina della corrente.

5. Tappeti e tende

I tappeti in bagno servono a preservare un ambiente pulito e a evitare ristagni d’acqua pericolosi e scivolate accidentali. Le tende sono consigliate per dare un tocco estetico in più ma anche per mantenere l’ambiente protetto da sguardi esterni.

6. Luci

L’illuminazione è importante. Per poterla regolare dovreste usare gli appositi interruttori dimmerabili, ma attenzione a scegliere il tipo di lampada giusto – il dimmer infatti non è utilizzabile con le lampadine LED. Vicino alla specchiera mettete delle luci in più per avere il viso ben illuminato quando vi truccate o vi radete. Fate attenzione alla qualità della luce, evitate la luce bluastra o verdastra che vi farà apparire più pallidi di quanto lo siate in realtà.