Come realizzare un piccolo ufficio in casa

Lavorare da casa è una soluzione sempre più diffusa per rispondere alle esigenze delle aziende e dei lavoratori.

Ormai il mondo del lavoro è pronto ad essere ulteriormente stravolto dall’evoluzione delle pratiche d’ufficio e dall’introduzione di varie attività che contemplano, solo ed esclusivamente, l’utilizzo di una connessione internet e di un buon tavolo, comodo ed elegante, sul quale poggiare il vostro computer. È il lavoro 2.0, quel tipo di attività che molte persone, e anche alcune imprese, stanno iniziando ad attivare direttamente da casa, senza la necessità di dover affittare un locale per uffici e gli scomodi spostamenti, ormai quasi impossibili, nelle grandi città. Ma come si gestisce e come va messa in pratica questa particolare novità dell’ufficio in casa? Attraverso pochi semplici passi.

Per realizzare un piccolo ufficio in casa dovete, innanzitutto, scegliere un ambiente che vi fornisca pace e, soprattutto, meno distrazioni possibili. Prendete la stanza della vostra casa il più lontano possibile dal salone e dalla cucina e cominciate a ripensarla come il vostro ufficio di lavoro. Sistemate la scrivania di fronte alla fonte di luce naturale più diretta, cercate di ottimizzare la posizione per poter usufruire di tutta la luce possibile senza dover andare incontro a fastidiosi riflessi e senza che questa vada direttamente a colpire le superfici di lavoro, che andranno ad essere utilizzate come spazio per gli oggetti, come computer e tablet, che più degli altri soffrono dell’eccessivo calore.

 

arredare-uffcio-casa

 

Iniziate a pensare la superficie della vostra scrivania come uno spazio utile da non sprecare per cose che non vi servono. Lasciate stare vasi e piante, quelli metteteli sul balcone, a prendere aria. Spostate la stampante in una posizione che sia possibile raggiungere anche solo allungando un braccio. Non tenete i fogli nelle vicinanze della stampante. Riponeteli in un cassetto pronti all’uso quando sarà il momento. È buon uso coprire la superficie della scrivania più vicina alla vostra sedia con un più classico copri scrivania. È un oggetto che sembra essere caduto piuttosto in disuso, ma che può tornare utile (se non indispensabile) se non volete rovinare la superficie del vostro piano di lavoro.

Sulla scrivania e nei cassetti non dovranno ovviamente mancare tutti gli oggetti di cancelleria più comuni e utili: penne, matite, block notes e post-it, agenda, calcolatrice e tutto quanto può essere utile al nostro lavoro. Sul muro potremmo anche appendere una bacheca o una lavagnetta dove tenere bene in vista memo e appunti.

Molte persone ritengono indispensabile avere a portata di mano un cestino per la carta da buttare. Se siete persone piuttosto “sedentarie” potete posizionarlo appena alle vostre spalle, così da essere raggiungibile anche solo allungando il braccio, se invece siete piuttosto attivi posizionatelo all’opposto della vostra scrivania, due passi ogni tanto non fanno male, così come non fa male allenare la vostra mira con un bel tiro da pallacanestro dalla distanza.
In base al tipo di lavoro che fate potrebbe esservi utile anche un distruggi documenti, per proteggere la vostra privacy e quella dei vostri clienti.

L’oggetto più importante del vostro ufficio, tuttavia, rimane uno solo. Il vostro computer. Lì dentro troverete tutto quello che vi serve per favorire la riuscita della vostra attività. Adagiatelo sul copri scrivania o, ancora meglio, su di una base per netbook, per non mandarlo in ebollizione dopo poche ore di lavoro. Per i più attenti è consigliabile una base di raffreddamento munita di ventole. Efficiente e poco costosa, per non perdere nulla del vostro lavoro.

Questi pochi accorgimenti sono utili per trovare la strada più semplice per l’avviamento di un’attività da casa, ma non esistono praticamente limiti alla fantasia di chi ha scelto la propria casa come ambiente di lavoro. Potete sbizzarrirvi a piacimento.