Il Salone del Mobile 2012 – I mobili da giardino

L’estate è dietro l’angolo e a Milano vengono presentate le collezioni di arredo giardino.

I giardini intorno alle nostre case si stanno trasformando in luoghi in cui rifugiarsi dal mondo e sono oggetto di un’attenzione sempre maggiore. Il giardino non fa più solo da cortile in cui giocano i bambini o da orto, da parcheggio per le macchine o da elemento decorativo della casa, ma sta diventando sempre più simile ad un salotto estivo, dove rilassarsi dopo una giornata di lavoro o rifugiarsi dal caldo estivo. I produttori di arredo giardino rispondono a questa tendenza con collezioni sempre più raffinate, spesso disegnate dai maggiori personaggi del design mondiale.

Negli ultimi anni l’arredo giardino vanta delle finiture degne di un soggiorno all’interno delle nostre case, come vale per la collezione di Kettal creata da Patricia Urquiola per il resort caraibico di Vieques di cui abbiamo parlato già qui.

 

 

Bianco, giallo, grigio e legno naturale si alternano nelle linee retrò della collezione Vieques.

 

 

Oltre alle strutture di ispirazione scandinava l’elemento che ci conquista maggioremente è l’intreccio presente nella trama dei tessuti tecnici, tratta dalla riproduzione di un tessuto organico, un filtro di caffè visto al microscopio. Ma gli intrecci si fanno anche macro, come nel case della collezione Bitta di Rodolfo Dordoni.

 

 

Intrecci che ci fanno venire in mente i tropici e le palme. Ma per non farci fermare al sogno di farci dondolare dal mare, il mercato offre una vasta scelta di dondoli e divani sospesi dalle forme più attraenti. Singoli, a cesta, a seggiola e a divano, uno per ogni esigenza, avrete bisogno solo di un buon sostegno per appenderli. O magari avete un albero secolare in giardino?

 

 

Lasciarsi andare al dondolìo del vento estivo, osservare il mondo da un rifugio sicuro. L’uomo contemporaneo ogna di ritrovare il contatto con la natura, ritrovare i propri sogni da bambino. Probabilmente se ne saranno resi conto anche da Dedon, pensando bene di affidare a Daniel Pouzet e Fred Frety il progetto di un originale nido sospeso intrecciato. Perfetto per leggerci quel certo libro in attesa sul nostro comodino.

 

 

Oltre agli ovetti sospesi una delle tendenze che hanno riscosso maggior successo negli ultimi anni sono sicuramente le alcove, dei letti o divani con baldacchino per esterni. Anche Dedon non è da meno, facendoci sognare delle magiche serate in riva al mare all’interno di questi moderni lettini principeschi. Date le dimensioni si tratta di un arredo adatto ai giardini più ampi, agli alberghi e agli stabilimenti balneari, in quanto su un comune terrazzo dovremo innanzitutto prevedere delle sedute più sobrie su cui far accomodare gli ospiti con cui non abbiamo esattamente l’intenzione di condividere un romantico letto a baldacchino.

 

 

Una soluzione più consona alla metratura limitata dei terrazzi sono le isole Orbit, rotonde e confortevoli, con una capote e delle rotelle di gomma che permettono di seguire l’orbita del sole. Per festeggiare il decimo anno di produzione, Dedon ha lanciato la versione limitata XL. Un’enorme conchiglia in cui rifugiarsi dal sole e dagli sguardi indiscreti.

 

 

Le forme naturali sono un motivo ricorrente nei prodotti della Dedon, ecco ad esempio un lettino a forma di foglia su cui sdraiarsi per sentirsi come una piccola Pollicina.

 

 

Un’altra romantica proposta di Dedon per due, i lettini abbinati Yin Yang ispirati dalla tradizione orientale.

 

 

Per un raffinato angolo conversazione troviamo la collezione Hemisphere con poltrone, pouf e tavolini rotondi.

 

 

Al Salone del Mobile è stata presentata la colorata collezione Dala, disegnata da Stephen Burks, intrecciata da artigiani filippini utilizzando una fibra ottenuta da imballaggi riciclati.

 

 

E tra i designer ingaggiati da Dedon non poteva mancare l’onnipresente Philippe Starck. Le sedie Play with Dedon sono molto versatili e disponibili in numerose combinazioni di tessuto e di materiali diversi. Noi le troviamo molto somiglianti alle sedie La Marie e Louis Ghost della Kartell.

 

 

Andiamo a vedere delle ulteriori idee per i dondoli  da giardino. Paola Lenti propone una struttura multifunzionale su cui appendere delle sedute sospese di vari tipi e colori.

 

 

Quella che ci attrae di più è la seduta sospesa che ci ricorda una cesta incompiuta, lasciata a metà da un vecchio artigiano.

 

 

Paola Lenti offre un’ampia scelta di tappeti incantevoli per i nostri terrazzi realizzati con materiali e linee sobrie e sensuali.

 

 

Per proteggerci dal sole e dall’umidità delle notti d’estate Paola Lenti propone un gazebo modulare che può essere completato da listelli in legno o da tessuti tecnici. Ed ecco che il giardino si trasforma in un’incantevole soggiorno all’aperto.

 

 

Ma i dondoli non sono solo una prerogativa delle zone conversazione o riposo, ecco che la designer olandese Marleen Jansen propone il dondolo anche per il tavolo da esterno.

 

 

Per dei pranzi estivi bilanciati avrete bisogno, oltre che di un cibo leggero, anche di un partner davvero in sintonia con voi.

 

 

E voi come farete coccolare quest’estate?

JS
Foto: spletne strani Kettal, Dedon, Paola Lenti, Marleen Jansen