Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

Per coltivare la moltitudine di phalaenopsis di ogni colore vengono utilizzati il calore della Terra e del Sole, producendo una quantità di emissioni nocive venti volte minore rispetto ai concorrenti olandesi.

Da qualche anno la regione slovena del Prekmurje (letteralmente “oltre il fiume Mura) non è solo una meta ambita per cacciatori e buongustai, ora anche gli amanti delle orchidee troveranno qualcosa per i loro denti. Nel vivaio della Ocean Orchids, specializzato nella produzione di orchidee phalaenopsis, ogni anno vengono prodotti un milione e duecentomila esemplari su tre ettari di superficie e quest'anno è in progetto la costruzione di ulteriori 7000 mq di serre.

 

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

 

Il paesaggio con gli immancabili campi di grano è quello dell'immaginario comune della pianura della Pannonia: campi di grano, piccoli paesi che si snodano ai lati della strada, nidi di cicogne sui camini e tanto pollame che scorazza sui prati intorno alle fattorie. Tuttavia nel paese di Dobrovnik, a ridosso della triplice frontiera tra Slovenia, Croazia e Ungheria, cinque anni fa sono state costruite delle serre per la coltivazione delle orchidee. Le costruzioni in vetro che si estendono verso il promontorio vi faranno pensare di essere arrivati nelle pianure fiamminghe o in quelle olandesi, dove la produzione industriale riguarda tanto i pomodori quanto le orchidee. “Finché non ho visto le loro serre, anch'io pensavo che la nostre fosse un'azienda grande,” ci accoglie Brigita che collabora all'impresa già dai suoi inizi. Nonostante non sia in possesso di una laurea del settore botanico, ci parla delle piante con la sicurezza di chi ci lavora da anni.
 

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

 

Un tempo le orchidee erano roba da collezionisti o da gente facoltosa – se ci pensate bene, vent'anni fa appena incominciammo ad acquistare i primi phalaenopsis nei comuni negozi di fiori, spazzando via il mito della pianta difficile da coltivare nelle normali case moderne. Nello spazio espositivo del vivaio è possibile acquistare delle bellissime phalaenopsis in ottima forma, in tutte le forme e i colori possibili e immaginabili.

Passiamo dunque alle serre che di solito non sono accessibili ai visitatori. Di colpo ci accorgiamo di essere entrati in un clima da tropici: un alto tasso di umidità ci toglie il fiato. Le phalaenopsis prediligono il clima tropicale e dalle grandi prese d'aria dell'impianto di nebulizzazione sbuffa il vapore acqueo. Il riscaldamento è stato delegato direttamente a madre Terra in quanto i vivai vengono riscaldati con l'ausilio dell'energia geotermale. L'energia viene fornita dall'acqua termale presente nel sottosuolo e ciò rende la produzione molto più sostenibile rispetto alla concorrenza che deve ricorrere ai combustibili fossili. L'energia geotermale infatti azzera le emissioni che provocano l'effetto serra. In più il paese di Dobrovnik si trova a 1000 km abbondanti a sud rispetto all'Olanda e dispone del 10% in più di luce solare che favorisce una crescita più rapida delle orchidee. Lo sfruttamento delle fonti rinnovabili permette all'azienda di rilasciare nell'atmosfera quantità anche 20 volte inferiori di diossido di carbonio rispetto alla concorrenza.

 

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

 

I due vantaggi, il riscaldamento geotermale e la maggiore quantità di luce solare, fanno sì che l'impresa sia concorrenziale rispetto a quelle nordiche. Il loro terzo asso nella manica è l'entusiasmo dei due ex compagni di classe che pubblicano le loro esperienze negli articoli che vengono pubblicati tanto su internet quanto sui libri. Sono affiancati da una cerchia di collaboratori ben formati – per verificarlo basta leggere i titoli delle loro tesi di laurea. Roman Ferenčak e Tomaž Jevšnik hanno passato qualche anno in Olanda e hanno mantenuto i contatti con gli esperti e i trend di questo settore. L'impresa si è posta l'ambizioso obiettivo di diventare l'azienda leader nella produzione di orchidee in questa parte d'Europa, puntando ai mercati confinanti dell' Ungheria, dell'Italia e della Croazia, in modo da sfruttare la posizione geografica che la pone a pochi chilometri da Vienna, Venezia e Budapest. Il trasporto infatti incide parecchio sul prezzo finale delle piante che troveremo sugli scaffali dei negozi – e rappresenta anche una fase delicata e rischiosa per le nostre graziose damigelle fiorite.

 

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

 

Ogni settimana il personale del vivaio prepara circa 23.000 piantine per la vendita. Riuscite a immaginare quante innaffiature ci vogliono? Tutte le piante vengono innaffiate con l'acqua piovana raccolta su tre ettari di superficie dei tetti delle serre e tutto ciò viene effettuato meccanicamente. Anche gli altri procedimenti sono automatizzati, ad esempio l'inserimento dei sostegni per i fiori. Data l'estensione dell'azienda i dipendenti hanno a disposizione dei monopattini e delle biciclette per muoversi tra i bancali delle piante. Queste ultime non vengono riprodotte nel vivaio Ocean Orchids, ma vengono importate sotto forma di piantine di pochi centimetri da due centri produttivi di formato mondiale che si trovano in Olanda e in Taiwan. L'assortimento delle varietà viene dapprima scelto in base alla visione dei cataloghi, mentre la successiva produzione si decide in base ai numerosi test a cui vengono sottoposte le piantine. La parte del leone la fa comunque un'unica specie delle phalaenopsis che non presenta problemi di coltivazione, mentre le cattleye, le cymbidium e le dendrobium … si possono ammirare nella serra tropicale, dove vengono coltivate e collezionate per passione.

Durante gli anni alla Ocean Orchids hanno raccolto circa 60 varietà di phalaenopsis che si differenziano per i colori e le dimensioni dei fiori e delle piante. E se finora avete sempre buttato le piante sfiorite dopo che le foglie si sono seccate, provate a riflettere: pare che esistano degli esemplari che hanno raggiunto il mezzo secolo di vita e che si adornano costantemente di foglie e fiori nuovi. Dov'è che sbagliate?

 

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

 

Nell'azienda il ciclo produttivo dura un anno dal momento in cui le piantine vengono piantate a quello della vendita. Per prima cosa prendono dimora nella cella climatica dove restano da sei a sette mesi. Quindi segue la fase della vernalizzazione tropicale (che favorisce la fioritura) seguita dall'estate tropicale. Ogni settimana 26.000 piante devono essere spostate nella fase successiva, tante sono infatti le phalaenopsis che ogni settimana lasciano il vivaio per raggiungere il mercato. Non c'è spazio per gli errori, l'irrigazione non dev'essere nè troppo abbondante nè troppo scarsa, non ci devono essere sbalzi di temperatura, le orchidee infatti si ricordano di tutto e si vendicano dopo mesi con una fioritura meno rigogliosa.
“Siamo costantemente alla ricerca di nuove varietà con colori e fantasie sempre diverse: nel nostro laboratorio sono sempre in corso dei test per verificarne le proprietà. Esistono numerose varietà con colori meno consueti, come l'arancio, il blu e il verde, molti anche i fiori chiazzati o puntinati. Anche nel campo delle varietà bianche il lavoro procede senza interruzione, soprattutto nella direzione della forma a cascata,” dice Tomaž Jevšnik. I test e l'introduzione dei nuovi ibridi sono dei procedimenti lunghi e complessi. E quali sono le orchidee preferite di Brigita? “Quelle bianche,” dice, “eleganza pura.”

 

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

 

Nel 2010 l'azienda Ocean Orchids ha preso parte al grande evento del settore, la Hortfair ad Amsterdam, dove si svolge anche la competizione tra i coltivatori professionali. Ne è tornata con una medaglia d'oro e una d'argento nella categoria delle phalaenopsis dai fiori grandi per le orchidee coltivate a forma di cascata. Con la varietà Ocean Pacifik è stata anche nominata tra le dieci piante migliori che hanno partecipato alla fiera. Possiamo ammirarla nella sala espositiva: una pianta alta, robusta e inarcata, sulla quale si susseguono degli enormi fiori candidi. Si tratta di un nuovo ibrido giapponese, il fiore raggiunge addirittura i 16 cm. I vivaisti giapponesi hanno concesso all'azienda l'esclusiva per la commercializzazione in Europa in base all'impegno dimostrato nella prodizione delle phalaenopsis a cascata. Questa forma di coltivazione proviene dal Giappone e richiede un maggiore impiego di lavoro manuale.

In progetto c'è la costruzione di un reparto di micropropagazione, mentre sono sempre in atto le ricerche sulle fonti di energia rinnovabili. Sotto il regno di vetro si snodano infatti ben 75 km di tubature per il riscaldamento, a cui si aggiungono gli innumerevoli tubi per l'irrigazione e la nebulizzazione.

  

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

 

Forse i visitatori del vivaio ne sanno ben poco delle orchidee e dei dati botanici – eppure ognuno se ne va con la sua piccola parte di ricchezza nelle mani: a questa dama si addicono i fiori fucsia, e quell'uomo – chissà per chi sta acquistando una delle varietà bianche giganti. “Stiamo notando che le orchidee sono diventate un sostituto del bouquet – dopo che sono sfiorite, si buttano e se ne comprano delle altre. Le conoscenze sulla cura delle phalaenopsis stanno comunque migliorando e gli acquirenti non commettono più gli errori più banali riguardo alla temperatura, l'innaffiatura e l'esposizione alle fonti di luce. Chi riesce a far sopravvivere l'orchidea, incontra poi delle difficoltà al momento del rinvaso che è necessario dopo due o tre anni dall'acquisto,” dice Tomaž Jevšnik.

“Nel periodo che precede il Natale vanno molto le piante dai fiori bianchi, mentre notiamo che per Pasqua sono molto richieste quelle con i fiori gialli,” racconta Brigita. E aggiunge che gli acquirenti possono contare sui consigli pubblicati sul sito internet e nel materiale informativo su carta stampata.

  

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

  

Ocean Orchids, d.o.o.

Dobrovnik 297,
9223 Dobrovnik

Murska Sobota, regione del Prekmurje

Slovenia

 

Orari d'apertura:

dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 17.00,
sabato dalle 8.00 alle 16.00

Telefono (+386) 02/573 73 05
E-mail: info@oceanorchids.si

 

Visita al vivaio di orchidee: le phalaenopsis Ocean Orchids

 

Nel prossimo articolo presenteremo la serra tropicale di Ocean Orchids, dove prosperano il cacao, il mango, il pepe e dove hanno già raccolto delle banane e dell'ananas.

  

Foto: MK

Mirjam