Bonus mobili 2021: quali incentivi

Nella Legge di Bilancio approvata lo scorso dicembre sono contenute delle interessanti novità per coloro che hanno intenzione di ristrutturare casa e di acquistare dei nuovi arredi. Il 2021 sembra infatti essere l’anno perfetto da questo punto di vista, in quanto non solo il Bonus Mobili è stato prorogato fino al 31 dicembre ma è stato aumentato anche l’importo detraibile. Da 10.000 euro si passa ad un tetto massimo di 16.000 euro, il che significa che si possono acquistare arredi di alta qualità, risparmiando grazie alle agevolazioni previste.

Vediamo nel dettaglio come funziona il Bonus Mobili 2021, chi può usufruirne e quali sono nello specifico gli incentivi previsti per questo nuovo anno.

Bonus Mobili 2021: di cosa si tratta

Il Bonus Mobili è un’agevolazione prevista per tutti coloro che effettuano lavori di ristrutturazione (o li hanno effettuati nel 2020) e che acquistano nuovi arredi ed elettrodomestici per la propria casa. In tal caso, si ha diritto ad usufruire di una detrazione Irpef pari al 50% della spesa sostenuta e la novità di quest’anno è che l’importo detraibile sale da 10.000 a 16.000 euro. In sostanza, dunque, se si acquistano mobili ed elettrodomestici per la propria abitazione appena ristrutturata, è possibile risparmiare fino ad 8.000 euro che non sono di certo pochi.

Quali acquisti rientrano nel Bonus Mobili

Nel Bonus Mobili 2021 rientrano le spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, sempre ammesso che queste avvengano in seguito alla ristrutturazione dell’immobile. È infatti importante precisare che se si rinnova ad esempio la cucina ma non si effettua alcun lavoro edile non si ha diritto alla detrazione.

Per fare qualche esempio, il bonus è valido per l’acquisto di armadi, letti, librerie, tavoli, materassi, dispositivi di illuminazione, contenitori. Non è invece utilizzabile per le spese relative a pavimentazioni, porte, tende ed altri complementi particolari. È comunque possibile avere maggiori dettagli in merito visitando il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Rientrano nel Bonus Mobili anche gli elettrodomestici acquistati in seguito ai lavori di ristrutturazione e dunque lavatrice, lavastoviglie, forno, ecc.

Bonus Mobili 2021: requisiti necessari

Per ottenere il Bonus Mobili 2021 è necessario rispettare dei requisiti specifici. Alcuni li abbiamo già accennati, ma per una maggior chiarezza li riportiamo tutti di seguito:

  • L’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici deve avvenire in seguito ad un intervento edilizio strutturale (ristrutturazione dell’immobile) effettuato a partire dal 1° gennaio 2020 e non prima di tale data;
  • Per detrarre le spese relative ai grandi elettrodomestici, è necessario inviare comunicazione all’ENEA entro 90 giorni dall’acquisto degli stessi;
  • Tutti i pagamenti devono essere tracciabili e quindi effettuati con bonifico, carta di credito o bancomat ma non in contanti.

Damura: l’e-commerce di riferimento per l’acquisto di arredi

Sono validi per il Bonus Mobili anche tutti gli acquisti di arredi effettuati online sul sito web di Damura Design, uno degli e-commerce più famosi del settore al giorno d’oggi. In caso di dubbi, ricordiamo che lo staff dell’azienda è pronto a fornire tutte le informazioni ed i consigli per poter usufruire di questi vantaggi. Infatti, affidando i vostri progetti di ristrutturazione al team di interior design e progettisti Damura, sarete seguiti durante tutto l’iter amministrativo permettendovi di superare i vari nodi fiscali e tributari per accedere agli incentivi richiesti.