Box Doccia cosa valutare prima dell’acquisto

Individuare il box doccia giusto da installare nella stanza da bagno è fondamentale per renderla funzionale e accogliente. Ad oggi la cabina doccia viene preferita alla vasca da bagno e le soluzioni presenti sul mercato permettono di soddisfare qualsiasi esigenza. Ma quale scegliere per evitare errori? Premesso che la prima cosa da fare è quella di puntare sempre sulla qualità per rendere il box confortevole, ecco cosa valutare prima dell’acquisto della cabina doccia.

Misurare i lati del muro

La prima cosa da fare prima di acquistare un box doccia è misurare i lati del muro dove dovrà essere posizionato, così da ottenere un miglior risultato finale. La dimensione della stanza e la sua posizione sono fondamentali per stabilire dove collocare la cabina doccia, a meno che non si tratti di una sostituzione e quindi bisogna attenersi alla collocazione già disposta.

Forma della cabina

Una volta stabilito lo spazio dove installare la cabina si può scegliere la forma più adatta spaziando fra le tante presenti sul mercato. Oltre alle classiche forme quadrate e rettangolari ad oggi sono disponibili anche i box semicircolari, ideali per realizzare docce negli angoli e garantire maggiore spazio oltre che un effetto estetico molto gradevole. Un altro aspetto da considerare sempre riguardo all’estetica è la presenza o meno del telaio nella doccia. Si tratta di profili posizionati attorno alle lastre del box, che lasciano il vetro a vista quando sono assenti. In genere, se si tratta di un bagno tradizionale si preferisce un box dotato di telaio, mentre per bagni moderni la scelta migliore è senza telaio, che dona alla struttura uno stile minimal.

Porta della cabina doccia

>Anche il modello della porta della cabina doccia è da tenere in considerazione, e la scelta può essere a battente o scorrevole, due soluzioni largamente diffuse e che assicurano al box un design accattivante e ricercato. Tuttavia, maggiore praticità garantisce sicuramente la porta scorrevole, che non comporta alcun ingombro ed è perfetta anche per bagni di dimensioni ridotte. Invece, nel caso delle docce angolari una delle forme più diffuse è quella triangolare, caratterizzata da una parete singola trasversale posizionata sul lato della doccia dove non vi sono altre pareti.

Spessore del vetro

Fondamentale è anche la scelta dello spessore del vetro. Esistono vetri sottili, da 3 o 4 mm, e più robusti, che vanno da 6 a 8 mm. Ovviamente è consigliabile puntare su soluzioni più resistenti, che possano garantire una maggiore durata nel tempo. Per quanto riguarda il vetro è fondamentale valutare anche la tipologia da installare. Ad esempio, se si preferisce far passare molta luce e rendere il bagno più luminoso il vetro ideale è quello trasparente. Un altro tipo di vetro ideale per chi desidera un prodotto di facile manutenzione è quello satinato, adatto soprattutto per chi ha non ha molto tempo da dedicare alle pulizie. Una delle ultime tendenze sono i box doccia in cristallo, molto eleganti e con trattamento autopulente che impedisce l’assorbimento dell’acqua e consente di rimuovere il calcare con maggiore facilità.