Come scegliere un quadro per l’arredamento della casa

Esistono complementi d’arredo che permettono di dare un tocco particolare a qualsiasi ambiente della casa. Tra questi alcuni sono particolarmente pregevoli e densi di significato, tanto da sapersi far notare in qualsiasi situazione. Stiamo parlando dei quadri d’autore, da scegliere considerando soprattutto i propri gusti personali. Oltre ad essere complementi d’arredo ricchi di significato, la loro bellezza permea l’intero ambiente in cui sono posizionati. È possibile trovare varie proposte di quadri, di vari stili, colori e dimensioni, recandosi fisicamente ad una Galleria d’arte oppure sul sito online della stessa, come la Galleria Raffaello.

La difficile scelta di un quadro per la casa

Quando si sceglie un complemento d’arredo importante, di pregio, che ha anche un prezzo significativo, è sempre bene fare la propria scelta con cura e attenzione. Fortunatamente oggi i cataloghi delle Gallerie d’arte si possono consultare comodamente anche online, in modo da poter visionare tutto ciò che offre oggi il mercato. La Galleria Raffaello, ad esempio, permette una ricerca rapida, suddividendo le opere d’arte che mette a disposizione per stile, ma offre anche dei suggerimenti per quanto riguarda la stanza della casa più indicata per posizionare la singola opera. Ogni persona ha ovviamente i propri gusti personali, a volte però si deve fare i conti anche con gli ambienti da arredare, potrebbero essere troppo piccoli per ospitare un’opera d’arte a tutto tondo, come un vaso o una piccola scultura. Allo stesso modo ambienti molto ampi non sono sempre adatti ad ospitare piccoli quadri, che potrebbero “perdersi” all’interno delle enormi pareti.

Gli ambienti della casa

Non è solo una questione di spazio disponibile, ma anche di arredi di un ambiente e dell’opportunità di posizionare un’opera d’arte in camera da letto, per fare un esempio, o in una grande sala riunioni in ambito lavorativo. Da un lato il buon gusto dovrebbe sempre aiutarci nella scelta dei quadri per soggiorno o per la camera da letto; anche le opere d’arte vanno armonizzate al resto degli arredi, ai coloro con cui abbiamo tinteggiato le pareti, ai complementi d’arredo già presenti. Questo anche per dare maggiore impatto visivo alla singola opera d’arte. Il suggerimento è quello di basarsi prima di tutto sui propri gusti, criterio che già da solo consente di fare una cernita tra le opere d’arte e i quadri proposti. In un secondo tempo sarà importante valutare, tra le opere che si preferiscono, quale posizionare su una specifica parete della casa. È una questione anche di illuminazione, perché un quadro posizionato su una parete sempre in ombra, o che riceve per molte ore al giorno la luce solare diretta, non è sempre la scelta migliore.

Modificare la casa per ospitare l’opera d’arte

Se poi si trova nel catalogo proposto, come quello della Galleria Raffaello, l’opera d’arte dei sogni, dell’artista che si predilige da sempre o che ci muove un sentimento di stupore e di piacere, allora si può anche decidere di intervenire sulla propria casa per farle posto. L’illuminazione, di cui parlavamo poco sopra, è l’elemento più semplice da modificare; a volte è sufficiente posizionare un punto luce nei pressi del quadro o della scultura, per valorizzarne al meglio la presenza mettendone in mostra tutti i particolari. Oppure si possono schermare le finestre con un sottile tendaggio, che offre una luce soffusa e meno cruda. Anche per quanto riguarda i colori alle pareti e lo spazio libero a disposizione ci si può attivare per cambiare le cose. Sono infatti numerose le opere d’arte, come quelle proposte da Galleria Raffaello, di un certo livello che meritano un posto d’onore e per le quali vale la pena di ritinteggiare le pareti di casa o spostare un mobile.

Scegliere i quadri per tutta la casa

Anche se solitamente si considera ogni stanza come un ambiente a sé stante, è sempre più normale la scelta di arredare l’intera abitazione in un modo unitario e armonico, da seguire per ogni ambiente presente. Per quanto riguarda le opere d’arte si può valutare di applicare la medesima modalità nella scelta, ad esempio prediligendo un singolo stile, un’epoca, un colore di fondo o anche un singolo artista. Non sempre questa scelta è azzeccata, soprattutto quando le opere d’arte scelte sono molto grandi, impegnative o particolarmente impressionanti. Spesso il risultato migliore si ottiene scegliendo i quadri all’interno di un ambito non eccessivamente circoscritto. Evitando poi opere che possono turbare, o che offrono immagini molto impattanti, in ambienti quali le camere da letto.