Il divano giusto per la tua casa, di cosa tenere conto

Quando stai arredando il soggiorno, o solo comprando un nuovo divano, ci sono diversi elementi da tenere in considerazione. Gli spazi a disposizione, ovviamente, oltre al tuo stile. Ma anche le caratteristiche stesse del divano. In base alle tue abitudini, puoi scegliere quello che fa per te.

Se vuoi un complemento d’arredo di stile, scegli un divano Maisons du Monde; un catalogo che va dalle linee più classiche, alle proposte più originali.

La tipologia

La tipologia di divano dipende principalmente dallo spazio che avete a disposizione, ma anche da come avete arredato il soggiorno. Se gli avete lasciato la parte da protagonista, allora potrà anche essere un imponente divano ad angolo. Se invece volete recuperare spazio per il tavolo da pranzo o la scrivania la lavoro puntate su qualcosa di più piccolo.

  • Divano lineare a 2 o 3 sedute: è il classico divano in linea, più o meno ampio. Oltre alle misure, considerate anche la divisione dei cuscini. Sulla medesima lunghezza possono esserci due cuscini ampi o tre più piccoli; in base a questo, saranno più invogliate a sedersi due o tre persone

  • Divano angolare: come già detto, è solitamente riservato a locali più ampi, anche se ultimamente esistono anche modelli ridotti. E’ un divano capace di arredare da solo il soggiorno, che spinge alla convivialità. Tenete però conto che rischiate di perdere un po’ di spazio, anche in termini di seduta, proprio dove c’è l’angolo, sopratutto se è curvo.

  • Relax: i divani relax hanno un meccanismo, a pulsante o con telecomando, che permette di regolare lo schienale e alzare le gambe. Sono molto comodi, e vi offrono serate di – appunto – relax. Quando avete ospiti però, si tende a usarli come semplici divani. Quindi valutate qual è l’uso che ne fate più spesso.

  • Con penisola: una via di mezzo fra gli altri modelli. Una delle sedute si allunga, permettendo di stendere le gambe. Però può essere usata anche come semplice seduta, offrendo quindi un posto in più. Non crea un vero e proprio angolo, ma sfrutta anche la parete in lunghezza.

Braccioli

Un altro elemento di cui tenere conto, quando si acquista un divano, è la presenza o meno dei braccioli. Alcuni sono ampi e morbidi, e permettono di poggiare comodamente la testa se vi sdraiate. Altri sono minimal, offrendo sostegno quasi solo al braccio, come suggerisce il nome stesso. Infine, ci sono quelli senza braccioli.

Solitamente meno usati nelle case e più diffusi in luoghi pubblici, come hotel o sale di attesa, sono comunque una scelta di stile precisa. Vanno benissimo per chi ama stare seduto sul divano.

Piedini rialzati

Molti divani hanno piedini piatti e bassi, nascosti magari dalla copertura, e quindi sostanzialmente sembrano arrivare fino a terra. Altri invece restano sollevati.

Anche qui, si tratta principalmente di una scelta stilistica. I divani che restano sollevati possono avere una stile un po’ retrò. Si armonizzano bene con arredamenti più classici o vintage.