Quando e perché installare un impianto di illuminazione domotica

Siamo abituati a controllare ogni cosa attraverso i nostri device elettronici e navighiamo online alla ricerca di aziende, persone o prodotti. Il più delle volte lo facciamo utilizzando delle app che sono state progettate e realizzate proprio per renderci la vita più comoda, fluidificando gesti di routine. Ed è in questo solco che si inserisce il concetto di smart home, ovvero di una casa intelligente all’interno della quale ogni cosa può essere controllata, attivata o disattivata con un semplice tocco dello schermo di cellulari e tablet. A cominciare dall’impianto di illuminazione, vero e proprio cuore pulsante dell’appartamento poiché è in grado di agire sul complessivo livello di comfort nelle varie stanze. L’obiettivo dichiarato è dunque semplificare le attività di routine, sfruttando un sistema intelligente che possa eseguire determinate operazioni al nostro posto. Gli accessori per un’illuminazione domotica sono davvero tantissimi e consentono di lavorare sul concetto di comfort (basta pensare agli interruttori dimmerabili o ai sistemi per cambiare colore alle luci). E’ per questo che occorre prestare un surplus di attenzione in fase di progettazione, rivolgendosi a specialisti come King Led .

I vantaggi di vivere in una casa intelligente

Diversamente da quanto accade con un impianto tradizionale, all’interno del quale bisogna ricorrere a dei comandi fisici per attivare le diverse funzioni che non si possono gestire in autonomia da uno stesso punto, in una casa che disponga di un sistema domotico si potrà realizzare la gestione coordinata (spesso remota) dei dispositivi presenti. Senza dimenticare che proprio grazie alla domotica potranno migliorare le performance di impianti, apparecchiature ed elettrodomestici. Essi, diventando ‘intelligenti’, sono in grado di ottimizzare sia il proprio funzionamento che il relativo consumo energetico. Un esempio? Basta pensare a un impianto elettrico che sia in grado di autoregolare l’accensione dei vari apparecchi, in modo da evitare che non venga superata la massima soglia (scongiurando così il rischi che i contatori saltino). La domotica ci consente oggi di vivere in appartamenti ‘smart’ e avanzati dal punto di vista tecnologico: rispetto agli impianti tradizionali, quelli moderni sono all’avanguardia e capaci di svolgere determinate funzioni programmate dall’uomo (spesso in maniera autonoma).

Così la regolazione delle luci migliora la qualità della vita in casa

L’impianto domotico consente di centralizzare l’impianto di illuminazione, quindi spegnimento e accensione delle luci, in un unico punto. Si risparmia così sia tempo che energia, specie nel caso in cui si abiti in contesti ampi e spaziosi oppure in case che si sviluppano su più piani (lasciare una luce accesa per sbaglio in una stanza dove non c’è nessuno, diventerà così impossibile). Quello della centralizzazione è un aspetto cruciale, visto che – specie nel caso di persone la cui mobilità sia ridotta – può risultare complicato magari in presenza di scale o di altri impedimenti raggiungere i diversi vani. Il sistema intelligente potrà anche essere in grado di notare la presenza della luce naturale e andare a disattivare così quella artificiale, in stanze che risultino già essere sufficientemente illuminate dalla luce del giorno (e viceversa nel caso in cui certe stanze siano diventate ormai buie o scure).

Ovviamente per fare in modo che la casa diventi tecnologica occorre dotarsi di accessori e apparecchi ad hoc, che possono essere facilmente installati in casa. Oltre alla connessione wifi e al relativo interruttore, da collegare con i principali sistemi di domotica, bisogna anche pensare a un perfetto mix di luci intelligenti e interruttori dimmerabili in grado di diffondere al meglio la luce, in maniera armonica e senza creare coni d’ombra. Con le luci LED si potrà ad esempio progettare un’illuminazione di tipo indiretto in certi ambienti e in più si potranno ridurre i consumi in bolletta utilizzando – in tutti i casi – questa tipologia di lampade. Collegando il kit di luci intelligenti alla linea internet di casa, esse potranno essere facilmente controllate in via remota e comodamente da qualsiasi luogo. Si potrebbero per esempio accendere per propiziare il nostro ritorno a casa dopo una lunga e stressante giornata di lavoro, oppure fare in modo che si attivino nel momento in cui dovesse essere rilevato un qualsiasi movimento agevolando il transito. Senza contare che, naturalmente, si potranno spegnere in tutta tranquillità anche dal letto di camera subito prima di addormentarsi.