Tipologie, colori, materiali: gli ultimi trend delle porte da interno

L’arredamento d’interni per il 2022 propone un ritorno alle cose semplici, con particolare attenzione all’ambiente per i materiali e funzionalità per gli arredi. La casa è infatti concepita come uno spazio che dialoga con la natura e ne riprende le caratteristiche principali ma anche il luogo che si trasforma in base alle esigenze, di relax, lavorative o di convivialità. Le porte da interno sono un elemento essenziale per completare lo stile dell’abitazione e, grazie alla combinazione di forme e materiali, aggiungono alla casa un tocco di originalità.Secondo gli ultimi trend tipologie, colori e materiali delle porte da interno seguono le tendenze all’essenzialità e alla funzionalità dell’arredo casa, con proposte creative e ispirate agli elementi naturali. Del resto, la transizione ecologica, che viene considerata essenziale nel nostro Paese anche dal mondo politico-istituzionale, influenza sempre più le scelte degli italiani, che si mostrano sempre più sensibili al tema del risparmio energetico e della riduzione degli sprechi e che anche per le loro abitazioni optano per soluzioni che rispettino questi parametri.

Le tipologie di porte per interno: minimalismo e modernità

In commercio esistono numerose tipologie di porte da interno, che si adattano ad ogni esigenza e allo stile predominante della casa. In abitazioni in cui si desidera sfruttare lo spazio e sottolineare la semplicità degli ambienti, la porta scorrevole a scomparsa è la soluzione ideale, perché diventa invisibile quando è aperta e poco invasiva quando è chiusa. Per appartamenti che puntano invece ad alti standard di originalità, una delle tendenze più apprezzate è la porta molto larga o molto alta. In entrambi i casi l’effetto è il cosiddetto effetto Wow, perché la porta da interno è messa ampiamente in evidenza e nello stesso tempo viene esaltato lo spazio, che appare molto più maestoso. Per case dall’arredamento minimalista le porte diventano un tutt’uno con la parete, perché ne riprendono il colore e lo stile con un design ridotto al minimo. Il risultato è quello di una porta da interno quasi impercettibile che potenzia la ricerca dell’essenzialità.

Colori: spazio alla creatività

Il colore è una caratteristica fondamentale delle porte da interno, perché incide sull’intero arredamento della stanza e ne completa lo stile. I colori di tendenza variano in base anche al gusto personale, ma gli ultimi trend ci dicono che le preferenze sono per i colori neutri, che definiscono gli spazi con delicatezza. Molto apprezzato il legno naturale, nelle sue nuance più chiare, con rifiniture poco accentuate e design classico. Per chi invece vuole azzardare, ci sono anche colori più audaci che vanno molto di moda: il verde smeraldo per conferire freschezza alle stanze, il blu reale per dare agli ambienti un’atmosfera sognante, ispirata ai contesti marini ed infine il corallo, che è un colore che anima lo spazio.

Materiali: sostenibilità e leggerezza

Per quanto riguarda i materiali, ci si ispira alla natura e il legno è sicuramente il materiale naturale per eccellenza, che rende l’ambiente caldo e accogliente, ideale per le case in stile rustico, ma in grado di adattarsi anche a soluzioni più moderne con la giusta colorazione. Per scegliere e trovare le migliori porte interne disponibili sul mercato può risultare utile farsi consigliare da un architetto interior designer, professionisti in grado di riconoscere i materiali di qualità e le diverse soluzioni possibili per la propria casa, all’insegna della sostenibilità e senza rinunciare alle proprie preferenze estetiche. Il legno non certamente l’unica soluzione. Materiali come il vetro e il metallo sono perfetti per una casa in stile contemporaneo o industriale e questi elementi, oltre ad essere molto eleganti e leggeri, sono anche resistenti.