Trend arredo interni: ecco cosa consigliano gli interior designer

In questo periodo storico tornano a fare tendenza gli appartamenti piccoli, in particolare il trilocale. Per questo gli esperti di arredo si sono espressi su come arredare efficacemente uno spazio ridotto senza rinunciare al gusto e all’eleganza. Per quanto riguarda gli infissi e le porte il miglior consiglio degli esperti è quello di optare per le porte scorrevoli in vetro.

La soluzione salva-spazio

Le porte scorrevoli sono una soluzione intelligente ed elegante per risparmiare lo spazio che una normale porta a battente occuperebbe. Anziché privare la casa dello spazio di apertura, le porte scorrevoli scorrono all’interno della parete tramite un semplice controtelaio carrellato che ne agevola il movimento. In questo modo si risparmia moltissimo spazio e, se l’ambiente è anche privo di luce, scegliendo un modello in vetro l’effetto sarà davvero brillante.

Difatti il consiglio degli esperti è quello di scegliere le porte per casa badando non solo agli spazi ma anche agli effetti di luce e ombra che si creano in casa. Se hai uno spazio interno chiuso e privo di finestre, la miglior cosa da fare è utilizzare porte in vetro scorrevoli che ti faranno risparmiare spazio e che faranno filtrare la luce. Questa tecnica risalta anche le stanze più buie, solitamente come corridoi e anti-bagni. Per questo la scelta del vetro è l’unica soluzione ottimale se non ti piace l’effetto elettrico dato dalla luce artificiale. Dopotutto una casa luminosa è sempre più bella quando lo è naturalmente.

Come scegliere l’aspetto delle porte

Considera anche che le porte scorrevoli possono essere ad una o a due ante, motivo per cui se possiedi una parete abbastanza lunga potrai adottare la porta in vetro scorrevole doppia per garantire il massimo di luce. Le porte di questo tipo, ovvero le scorrevoli in vetro, sono inadatte per le camere da letto ed i bagni, per cui vanno bene solo nella zona giorno della casa. Il motivo è semplice e riguarda la privacy: dato che i modelli in vetro esistenti pur essendo opachi lasciano intravedere cosa c’è dietro la porta, sono consigliate per cucine e salotti e per gli spazi inanimati di casa a cui non sai trovare una soluzione d’arredo soddisfacente.

Per la scelta delle tonalità tutto dipende dallo stile: moderno o classico? Ci sono particolari modelli con cornici in legno che stanno bene su tutto, anche sull’arredo moderno in cemento o sulle cucine in muratura cementata. Chi ha una casa classica dovrà seguire le linee dei mobili e dei complementi d’arredo, magari scegliendo con cura la maniglia e optando per tonalità dorate che richiamano l’ottone. Ovviamente le porte a scomparsa non possono essere troppo adornate dato che, dovendo rientrare nel muro, non possono superare un certo spessore. Tuttavia, esistono modelli molto raffinati, le cui cornici sono un vero e proprio capolavoro. Gli esperti consigliano sobrietà e linearità per le porte, perché, in un ambiente piccolo, troppe decorazioni rischiano di stancare l’occhio in breve tempo.