Giochi di texture e anatomia per le giovani ceramiche di XIO

La ceramica è un materiale che può riprendere infinite forme, texture e colori diversi. Sempre in trasformazione, riesce a riflettere gusti e tendenze di ogni epoca. Capace di conquistare artisti di ogni provenienza, sono numerosi anche in Italia i giovani che si cimentano con questo materiale, affrontando con coraggio e passione le sfide di questi tempi molto incerti.

Abbiamo incontrato Debora Tollin, che con passione realizza oggetti che esprimono riservatezza e intima riflessione.

Debora, il tuo brand è giovane e poco conosciuto, ma colpisce per la freschezza e la semplicità degli oggetti che nascono dalle tue mani. Com’è nata la tua passione?

La passione per la ceramica nasce tra i banchi di scuola, infatti il primo contatto con questa materia è avvenuto proprio frequentando il Liceo Artistico A Modigliani di Padova. Negli anni a seguire mi sono allontanata dalla ceramica, pochi anni fa però ho riscoperto questa vocazione e deciso di riprendere a modellare.

Lo scorso anno ho data vita a XIO Creative Ceramics, un brand che significa esattamente per io, per me. Perchè la ceramica è tempo che ritaglio e dedico a me stessa, e di cui non potrei più fare a meno.

Come si diventa una ceramista? Potresti farci conoscere il tuo percorso formativo?

Come ti dicevo da qualche anno mi sono riavvicinata alla ceramica, frequentando diversi a corsi a Milano, in particolare alle Officine Saffi. Ho cercato di approfondire le mie conoscenze differenziando le tecniche e i materiali impiegati, in particolare iniziando ad utilizzare Porcellana Paper Clay a lastra.

Credo che la sperimentazione e la pratica per chi vuole diventare un ceramista sia fondamentale. Io ancora non mi definisco tale, ma sicuramente una persona appassionata che ci mette passione e impegno.

C’è un maestro o artista che ti ha particolarmente ispirato?

Non direi di avere un unico riferimento, anche se ho avuto molti insegnati che mi hanno aiutata a crescere. Il mio stile è in continua evoluzione e si ispira a tutto ciò che mi circonda, dalle forme della natura a quelle di altri oggetti, alle volte può essere anche un semplice linea.

 

Che cosa vorresti esprimere attraverso le tue opere? Qual’è il progetto in cui ti riconosci di più?

Direi che XIO Creative Ceramics ha due anime, una più elegante e una più iconica.

Gli oggetti d’arredo come vasi e ciotole vengono realizzati in finissima porcellana, principalmente bianca o nera, e si distinguono per il design minimal e contemporaneo.

Mentre i cuori anatomici in porcellana Mine in Yours fanno parte di un progetto scultoreo a cui sono molto affezionata. Il mio cuore nel tuo cuore, è il messaggio d’amore di queste piccole sculture che realizzo principalmente su commissione, definendo interamente la personalizzazione, dal colore alla finitura, dallo smalto alle incisioni.

Dove esponi?

Le mie vetrine sono principalmente i Social e il mio sito www.xiocreativeceramics.com, oltre ad appoggiarmi ad alcuni negozi che rivendono le creazioni XIO.

Collabori con altri artisti o artigiani?

Al momento sto portando avanti un progetto davvero interessante con l’orafo Andrea Mazzoni, per realizzare una collezione in edizione limitata di Mine in Yours con inserti in metalli preziosi. L’idea di unire la porcellana ad altri materiali, sperimentando l’unione di più tecniche creative, è un’esperienza stimolante e divertente.

Dove ti immagini tra cinque anni?

Il mio sogno è sicuramente riuscire ad aprire un piccolo laboratorio, dove potermi dedicare appieno a questa passione e dove poter creare uno spazio artistico in cui si possano raccogliere artigiani e creativi, dove possano nascere collaborazioni inaspettate, uno spazio polivalente dove si possa dare libertà alle proprie idee.

Buona fortuna, Debora!