Home Office: lavorare da casa con stile

Home office, smart working, lavoro da remoto, …
Se prima della pandemia questi termini, e soprattutto questa modalità di lavoro, erano sconosciuti ai più, da ormai due anni lavorare in casa è diventata la normalità in molti ambiti lavorativi.
All’inizio sicuramente molte postazioni di lavoro casalinghe saranno state quasi degli appoggi di fortuna, soprattutto in quelle situazioni dove all’interno della stessa casa convivevano magari genitori lavoratori in smart working e figli studenti in didattica a distanza, costretti a dividersi tra gli spazi disponibili.
Se adesso fortunatamente la situazione a livello sanitario sembra andare verso un miglioramento, molte aziende hanno in un certo senso approfittato di questa contingenza per rendere stabile questa modalità di lavoro. Ecco che emerge allora l’esigenza, per molti lavoratori, di crearsi un “ufficio” in casa, dedicando stabilmente uno spazio della propria abitazione a questa funzione. Spazio che deve essere arredato con mobili che siano sì rispondenti a quelle che sono le esigenze lavorative, ma che allo stesso tempo siano anche esteticamente in linea con quello che è l’arredo di una casa: mobili funzionali quindi, ma anche esteticamente validi.

La scelta della scrivania

Il primo oggetto che sicuramente ci servirà per attrezzare il nostro spazio per l’home office, è una scrivania. Una scrivania in legno è probabilmente la prima cosa che ci verrà in mente, anche perché si trovano vari modelli decisamente economici, ma non sempre questa scelta è quella più giusta per essere inserita in un contesto abitativo. Se infatti l’arredamento è moderno e lineare e la nostra zona di home office non è confinata ad una stanza a sé, ma si inserisce in una zona più grande, la scelta del legno potrebbe risultare troppo pesante per l’ambiente o difficile da contestualizzare con elementi già presenti.


Una buona soluzione può essere allora quella di inserire una scrivania in vetro, che permette di coniugare la funzionalità di un piano di lavoro con l’eleganza e la leggerezza del vetro. Una scrivania in vetro è sicuramente un elemento d’arredo importante e di grande impatto, che già di per sè è in grado di determinare il carattere e lo stile di un ambiente. Se sicuramente trova una sua collocazione privilegiata in un contesto minimal e moderno, consideriamo in realtà che il vetro è un elemento senza tempo e si adatta facilmente ad ogni stile d’arredo, anche quello più classico. Non sarà quindi un problema ricollocare un’eventuale scrivania, nel momento in cui dovesse emergere l’esigenza di rinnovare l’ambiente.

I complementi: librerie e mensole

Se una scrivania è sicuramente un elemento imprescindibile per allestire il nostro home office, ci sono poi alcuni complementi che possono rappresentare un plus in termini di funzionalità e comodità dell’ambiente e il primo tra questi è, a nostro avviso, una libreria.
Una libreria infatti ci permette di contenere ordinatamente non solo libri, ma anche cataloghi, raccoglitori, manuali, … È lo spazio ideale quindi per conservare tutta la documentazione cartacea, e ancora sappiamo quanto la carta sia utilizzata, che ci serve per il nostro lavoro, ma che non è di uso così frequente da essere tenuta sulla scrivania.


Il mercato propone librerie di tutti i generi e di tutti i materiali e per la scelta del prodotto più adatto al nostro ambiente anche in questo caso dovremo cercare di coordinarci con gli elementi già presenti nel nostro home office. Se in uno spazio già arredato con complementi in legno, non stonerà una libreria nel senso “classico” del termine, in un ambiente più contemporaneo non sarà difficile trovare prodotti più particolari, come librerie o sistemi contenitori in vetro.
E se lo spazio a vostra disposizione ve lo permette, oltre ad una utilissima libreria perché non inserire anche delle mensole? Sono sicuramente un complemento aggiuntivo non fondamentale, ma hanno comunque la loro funzionalità e soprattutto un elevato impatto estetico. Potrete utilizzarle per appoggiarci sia elementi utili al vostro lavoro, ma anche per elementi decorativi (foto, souvenirs, …).
Progettando con cura e attenzione tutti questi elementi (scrivania, libreria e mensole), vi costruirete uno spazio per l’home office di tutto rispetto, che non avrà nulla da invidiare ad un ufficio “tradizionale”. Anzi, lavorando da casa, ma in una zona dedicata, potrete godere anche di qualche vantaggio in più. Uno spazio bello e curato è certamente più motivante e appagante anche quando si tratta di lavorare, a maggior ragione se lo spazio è costruito sulla base delle proprie necessità e dei propri gusti estetici.